Amo i lego, e si sa. Amo la natura, e si sa. Amo i progetti sostenibili, il "green project management" che oggi inizia a far capolino anche nelle realtà italiane. Amo gli eventi originali, colorati, poco mondani, e domani non posso certo mancare al "Lego Building Happening", alla Loggia dei Mercanti di Milano, per concludere il Ragnarock Nordic Festival di quest'anno.

Di cosa si tratta?

immagine-12

Ragnarock è una associazione no-profit fondata con l'intenzione di sviluppare lo scambio interculturale, usando diverse forme di arte e di politica come linguaggio di comunicazione. Tra le tante iniziative, il Ragnarock Nordic Festival, nato nel 2007, è un evento incentrato sulla cultura nordica, per promuovere in Italia le "best practices" di quei paesi, in particolare sui temi ambientali.

Di questi temi si sente tanto parlare, e moltissimi lavorano bene, ma in questo evento, oltre alle buone intenzioni ed alle buone idee, c'è una leggerezza ed un'apertura all'innovazione che me lo rendono caro.

Domani, poi, in programma l'evento conclusivo del Ragnarock Nordic Festival, dove migliaia di mattoncini LEGO saranno a disposizione di tutti coloro che vorranno costruire la loro città ideale, per approfondire in modo divertente ed immediato i temi che ispirano l'edizione 2009 del Festival: il problema della produzione di Co2, le energie rinnovabili ed i cambiamenti climatici.

Le costruzioni più originali verranno fotografate e le foto saranno inviate in Danimarca ed utilizzate durante la Conferenza Mondiale sui Cambiamenti Climatici che si terrà il prossimo dicembre a Copenaghen come simbolo dell'interesse verso l'ambiente dimostrato da Milano.

Io ci sarò, dicevo, con la mia macchina fotografica e la mia meravigliosa collana nuova, e con lo sguardo attento per vedere se incontro qualcuno dei partecipanti ai miei corsi, magari con il "suo" famoso mattoncino nella tasca.

Anche questo, sarebbe un bel progetto per usare quel mattoncino... ;-)