Esiste un libro bellissimo, che non tratta di management, ma che i manager, ed in realtà anche tutti gli altri, dovrebbero leggere. E' un libro piccolo che insegna a disegnare gli alberi, ne racconta la poesia e ne spiega la regola di base, semplicissima. Uno dei primi brani è questo, e potrebbe essere stato scritto per un manuale sulla formazione: "Finalmente l'inverno è finito e dalla terra, dove era caduto un seme, sbuca un filo verticale verde. Il sole comincia a farsi sentire e il segno verde cresce. E' un albero, ma nessuno lo riconosce adesso, così piccolo. Man mano che cresce però, si ramifica, ogni anno gli spunteranno le gemme sui rami, dalle gemme sbucheranno altri rami, dai rami altre foglie e via di seguito. Dopo qualche anno, quel filo verde di prima è diventato un bel tronco pieno di rami. Più avanti ancora avrà costruito una grande ramificazione sulla quale farà sbucare foglie, fiori e frutti; d'autunno spargerà attorno a sé i suoi semi, alcuni cadranno sotto di lui, altri saranno portati lontano dal vento. In quasi ogni posto dove sarà caduto un seme, nascerà un altro albero simile a lui."

Accadono cose strane, dopo aver letto questo libro, per esempio decidere che il proprio logo avrà i rami, le foglie, e che fiorirà in primavera. :-)

Bruno Munari, Disegnare un albero, Edizioni Corraini. disegnareunalbero1